Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Per l'area agricola di pregio servono soluzioni alternative più rispettose del territorio e della sua promozione turistica. E’ doveroso analizzare i flussi viabilistici che nei fine settimana attraverserebbero l'abitato di Scarenna, nonché le relative conseguenze di inquinamento causato dal traffico, soprattutto per i residenti. Questi ed altri aspetti potranno essere approfonditi ai tavoli informativi.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nove associazioni del territorio si sono poste come obiettivo quello di tutelare le aree naturali nella zona di Scarenna, che includono porzioni di territorio di Asso, Canzo e Caslino d'Erba e hanno costituito il “Coordinamento Lambar” (Lambro), aperto a tutti coloro che condividono l’obiettivo: Cumpagnia di Nost, Gruppo Naturalistico della Brianza, Circolo Ambiente “Ilaria Alpi”, Civiltà contadina, Circolo Legambiente Prim’Alpe, Centro di aggregazione “Piera Mazza”, Laghee MTB, Associaz. ‘Testa di Rapa’, Cooperativa Frate Jacopa.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Sul progetto della nuova strada tra Scarenna e Caslino d'Erba interviene anche Ersaf Lombardia che - in una nota tecnica (di cui il Circolo Ambiente ha chiesto formalmente copia nei giorni scorsi) trasmessa alla Comunità Montana del Triangolo Lariano e ai Comuni interessati - afferma che l'area di esondazione del fiume Lambro e la vicina zona delle marcite vanno totalmente salvaguardate. Quindi, di fatto, anche l'ente tecnico di Regione Lombardia dice ‘No’ al nuovo tracciato stradale!  Ecco i punti più significativi del documento di Ersaf (‘Estratto tecnico relativo ai contenuti tecnici del Progetto Strategico di Sottobacino, previsti per l’area limitrofa al tratto di corso d’acqua interessato dall’ipotesi di progetto della nuova strada loc. Scarenna di Asso’):

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Asso 23 febbraio 2013, nevica.

Cari amici, soci e socie di Civiltà Contadina,
sono Teodoro Margarita, ho 52 anni, vivo ed insegno nella scuola pubblica ad Asso,in provincia di Como, nel Triangolo Lariano.Ho un figlio, Janus, di 13 anni. Coltivo un mio piccolo podere sul margine di una magnifica cascata, la Vallategna, il luogo che abito si chiama Cranno ed è un luogo speciale: già 4000 anni addietro era abitato, qui si sono rinvenuti i resti del Paleolitico tra i più antichi della Vallassina. Sono vegetariano da oltre 30 anni, è da quello stesso anno, il 1982, che, assieme alla mia prima moglie, Eva, in un terrazzo della costa d'Amalfi, ho appreso a coltivare ed amare piante e fiori. Mia madre,

Feed RSS

Collegati su Twitter o Telegram e seguici

 

    

 

 

©2022 Sito realizzato da ARCI Noerus aps

Search